Comunicazione attivazione indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC)

 

 

RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Susanna Langiu

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Si comunica che, questa Amministrazione ha istituito, in ottemperanza alla vigente legislazione la seguente casella di Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) pec

Attivata ex art. 1, c.29, L. 190/2012

  • Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Zona franca doganale (ZDF), la Regione ha approvato l'istituzione delle zone franche non intercluse 

Accolta la richiesta del comune di Olbia: il CIPNES sarà il soggetto gestore

 

Zona industriale consortile
 
La Regione, al fine di  rafforzare  le condizioni per agevolare lo sviluppo e favorire la creazione di strumenti finalizzati al superamento della grave crisi che affligge la Sardegna, ha avviato l’attivazione delle zone franche previste dall’art. 12 dello Statuto così come stabilito dal D.Lgs. n. 75/1998.
In particolare, nella delibera n. 21/4 del 15 aprile 2016, ha fatto propria la necessità rappresentata  dal  Comune di Olbia di  attivare una zona franca doganale  “non  interclusa”  con  annessa  autorizzazione  al  suo  interno  del  regime  di “perfezionamento attivo”, e ha condiviso la  scelta  del  Comune  di  Olbia  che  ha  individuato  nel  “CIPNES  Gallura”  il soggetto gestore della zona franca doganale del porto di Olbia.

Cala Saccaia
 






Delibere regionali:
  • Delibera del 15 aprile 2016, n. 21/5 [file .pdf]
    Piano Sulcis. Proposta di delimitazione territoriale e disposizioni necessarie per la operatività della zona franca di Portovesme/Sant’Antioco e delle aree industriali funzionalmente collegate ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 10 marzo 1998 n. 75.

 


 

 

La precisazione del CIPNES sulle tariffe della TARI per il 2016

 
 

Spiritu Santu Cipnes La Nuova 20.04.2016

 

 

 

Leggi l'articolo pubblicato dalla Nuova Sardegna il 20 aprile 2016

 

 

 

 

 

Spiritu Santu Cipnes La Nuova 17.04.2016

 

 

 

 

Leggi l'articolo pubblicato dalla Nuova Sardegna il 17 aprile 2016

 

 

 

 

 

 


 

 

Presentato a Olbia il tour sardo del CIPNES Barcamper Challenge

 

IMG 0207Si è tenuta nei giorni scorsi presso la sede del Consorzio industriale la conferenza stampa di presentazione del tour sardo del CIPNES Barcamper Challenge alla presenza di tutti gli sponsor, ovvero Cattolica Assicurazioni, Fondazione Banco di Sardegna, Sardegna Ricerche, Sardex, Ucina, CNA Gallura-Fab Lab Olbia, Camera di Commercio di Sassari, Camera di Commercio di Nuoro, Università di Sassari.

Dopo il saluto di benvenuto del Presidente del CIPNES Mario Enzo Gattu, e del Sindaco di Olbia Gianni Giovannelli, è stato illustrato il progetto finalizzato alla ricerca di nuove start up nel settore della nautica e dell’agroalimentare, che potranno trovare collocazione e supporto all’interno del nascente incubatore-acceleratore che il CIPNES conta di avviare nel giugno del 2017.

I due migliori progetti, dopo un lungo processo di scouting su tutto il territorio nazionale, riceveranno un premio da 15.000 euro messo a disposizione da Sardegna Ricerche, e un periodo di accelerazione all’interno dell’incubatore del CIPNES di Olbia.

Il CIPNES Barcamper Challenge è una geniale e innovativa iniziativa voluta dal CIPNES tesa a intercettare e favorire l’innovazione su tutto il territorio nazionale e a valorizzare le filiere della nautica e dell’agroalimentare di interesse strategico per la Sardegna.

In questo viaggio il CIPNES si fa accompagnare dalla dpixel di Gianluca Dettori, massimo esperto del mondo delle start up in Italia, e ideatore del programma Barcamper consistente in un tour attraverso l’Italia alla ricerca di potenziali imprenditori da presentare in modo adeguato agli investitori che, in definitiva, sono quelli che dovranno decidere se finanziare l’impresa.

Dott. Aldo Carta direttore generale del CIPNES; Dott. Gianluca Dettori presidente della dpixel; Prof. Massimo Carpinelli rettore dell'Università di SassariQuesto è il momento giusto per fare impresa ha spiegato Gianluca Dettori che nel 2012 ha lanciato il programma di accelerazione per start upinnanzitutto perché la generazione di oggi dei giovani è la più formata in assoluto, e poi perchè, con questi alti tassi di disoccupazione, i migliori talenti, se non sono scappati fuori dall’Italia, sono pronti a fare impresa. Occorre dargli gli strumenti per farlo, ecco perché l’iniziativa del CIPNES è ottima. L’incubatore e l’acceleratore di imprese possono creare le condizioni per dar vita a una nuova rivoluzione industriale, diventare il motore dell’economia del nostro territorio e favorire l’occupazione, che poi è ciò che rende importante il tema delle start up. Non è facile, ma sono convinto che si può fare, però bisogna crederci”.

Il viaggio a caccia di startup approda in Sardegna con cinque tappe in calendario dal 14 al 18 marzo 2016.

Partirà lunedì 14 marzo da Sassari dove il Barcamper di Dpixel sarà posizionato presso l’incubatore universitario CUBACT.

Martedì 15 il Barcamper sarà a Oristano posizionato lungo la Via Madrid di fronte all’Istituto Giulio Pastore.

Mercoledì 16 sarà la volta di Cagliari nel Campus Tiscali.

Giovedì 17 il Barcamper arriverà al Make In Nuoro presso A.I.L.U.N. (Associazione per l’Istituzione della Libera Università Nuorese).

Venerdì 18 la tappa finale del tour a Olbia all’aeroporto Costa Smeralda, sede della facoltà di Economia e Management del Turismo.

Il tour sardo prevede, inoltre, nel prossimo mese di settembre, lo sviluppo del progetto iniziale con cinque tappe aggiuntive dedicate esclusivamente alle filiere dell’agroalimentare, ritenuto motore importante per il rilancio economico della Sardegna; e ciò attivando un network propulsivo tra CIPNES, Sardinia Enterprise-Mac Mar, Barcamper, Sardegna Ricerche, Sardex e le associazioni imprenditoriali per compiere un percorso in grado di generare una forte ricaduta socioeconomica sul territorio, dotando le imprese degli strumenti necessari per intraprendere la loro attività con solidità e visione a livello regionale, nazionale e internazionale.

 

Rassegna Stampa:IMG 0206

La Nuova Sardegna 19.03.2016

La Nuova Sardegna 18.03.2016

La Nuova Sardegna 18.03.2016

La Nuova Sardegna 15.03.2016

La Nuova Sardegna 08.03.2016

La Nuova on line 08.03.2016

La Nuova Sardegna 07.03.2016

L'Unione Sarda 11.03.2016

L'Unione Sarda.it 07.03.2016

Olbia.it 07.03.2016

 

 


 

Sassari: grande affluenza di giovani innovatori allo scouting del CIPNES Barcamper Challenge

 

Prof. Carpinelli

Più che soddisfacente l'affluenza a Sassari, presso l'incubatore dell'università di via Rockfeller, di giovani innovatori con idee da proporre ai selezionatori di Dpixel. Dalle 10 alle 18 un continuo via vai di ragazzi talentuosi arrivati da tutta la provincia a caccia di partner industriali e finanziari. A seguire i lavori il rettore dell'università di Sasssari, Massimo Carpinelli, che alla fine della giornata ha rilasciato una interessante intervista. Eccola, di seguito.

“Si spegne la luce, si accendono le idee”: potrebbe essere lo slogan dell'incubatore di start up dell'università di Sassari, una elegante e moderna location costruita in via Rockfeller 54 fortemente voluta dal rettore Massimo Carpinelli, un 49enne che dimostra dieci anni di meno.

Nato a Benevento, rettore dell'università dal novembre 2014, ma prima una lunga, brillante carriera in Italia e all'estero. Massimo Carpinelli ha due figli, Andrea e Marianna, un amore profondo per la fisica.

“Pur avendo fatto il liceo classico, ho sempre avuto una passione per la fisica sperimentale, i suoi aspetti Fab Lab SStecnologici, ho addirittura sognato di diventare uno scienziato, mi sono interessato con costanza a tutte le idee innovative. Sono diventato giovanissimo docente all'università di Pisa, dove mi sono laureato, poi ho seguito il mio istinto e sono andato in America, ho lavorato alla Silicon Valley, mi sono laureato all'università di Stanford specializzandomi in fisica nucleare. Dopo la entusiasmante e costruttiva esperienza americana, sono rientrato in Italia, assunto presso l'Istituto di Fisica Nucleare, dove sono stato nominato presidente di commissione, cioè responsabile di valutazione di progetti innovativi. Ne ho selezionati una infinità, ne ho fatto finanziare molti”.

Un giudizio da esperto sul progetto del Cipnes Barcamper Challenge?

“Molto interessante, strategico, con un tema all'ordine del giorno vincente, specialmente per il trasferimento di conoscenza del territorio. Politici e imprenditori dovrebbero fare tesoro da questa iniziativa del Cipnes, recepirla e spiegarla bene tramite contatti continui spaziando e coinvolgendo il mondo della finanza e della tecnologia”.

Il tour ha fatto tappa a Oristano il 15 marzo. Sarà a Cagliari il 16 marzo all'Open Campus di Tiscali, a Nuoro il 17 marzo presso il Make In Nuoro, e si  concluderà venerdì 18 a Olbia, all'Aeroporto Costa Smeralda sede della Facoltà di Economia e Management del Turismo.

 

 


 

 

CIPNES Barcamper Challenge - Viaggio alla ricerca di start up innovative nel mondo della nautica e dell'agroalimentare

Il tour approda in Sardegna


 Flyer CIPNES BarCamper-1

In Gallura il futuro passa per la strada dell’innovazione e dell’internazionalizzazione.

 

In questa ottica è partito il CIPNES Barcamper Challenge, patrocinato dalla Cattolica Assicurazioni, dalla Fondazione Banco di Sardegna, da Sardegna Ricerche, da Sardex, dall’Ucina, dall’Università di Sassari, dalla Camera di Commercio di Sassari, dalla Camera di Commercio di Nuoro, dalla CNA Gallura-Fab Lab Olbia, finalizzato alla ricerca e al supporto di progetti innovativi d’impresa nel settore della nautica e dell’agroalimentare da insediare nel nascente incubatore-acceleratore del CIPNES di Olbia.

L’iniziativa prevede una fase di scouting che verrà condotto su tutto il territorio nazionale, ed in modo particolare in Sardegna, e un programma di mentorship delle startup in due settori di interesse: innovazione in campo nautico e nel food-tech e agroalimentare.

L’evento itinerante si colloca all’interno di un più ampio progetto strategico di animazione e promozione di sviluppo economico del territorio, che prevede entro il 2016 l’avvio, sulla base di un accordo di programma Regione-Provincia, Comune di Olbia e CIPNES, della PTE-Sardinia Enterprise-MAC MAR, un complesso fieristico e parco multifunzionale destinato a diventare anche una piattaforma per la promozione nazionale e internazionale delle filiere dei prodotti del comparto agroalimentare ed ittico regionale, oltre che un incubatore ed acceleratore di imprese altamente innovativo, particolarmente nel campo della nautica e dell’agrifood.

Il viaggio a caccia di startup, dopo la conferenza stampa di presentazione avvenuta a Genova durante il salone nautico, ha fatto tappa già a Bologna, Milano, Lodi, Napoli, e toccherà diverse città italiane.

Il tour sardo, in calendario dal 14 al 18 marzo, si svolgerà in cinque tappe: Sassari, Oristano, Cagliari, Nuoro e Olbia.

Il viaggio nazionale riprenderà a Monfalcone, Padova, Ravenna, Roma, Bari. Il programma di scouting Barcamper lanciato da Dpixel supporterà il CIPNES durante tutte le fasi progettuali.

Dopo la prima selezione operata nel corso del Barcamper-Tour, i 20 migliori team verranno inseriti in una “startup school” intensiva, nel corso della quale un pool di mentor esperti sosterrà i partecipanti nella focalizzazione dei progetti, e nella predisposizione della documentazione da presentare in maniera professionale a investitori, partner, clienti.

I migliori 10 team potranno partecipare all’evento finale che si terrà ad Olbia per presentare i progetti di impresa selezionati alla comunità finanziaria e ai potenziali partner industriali e finanziari. I vincitori riceveranno premi in denaro e un periodo di supporto e accelerazione all’interno del nascente incubatore del CIPNES a Olbia.

Il tour sardo partirà lunedì 14 marzo da Sassari dove il Barcamper di Dpixel sarà posizionato presso l’incubatore dell’Università.

Martedì 15 il Barcamper sarà a Oristano posizionato lungo la Via Madrid di fronte all’Istituto Giulio Pastore.

Mercoledì 16 sarà la volta di Cagliari, nel Campus Tiscali.

Giovedì 17 il Barcamper arriverà al Make In Nuoro presso A.I.L.U.N. (Associazione per l’Istituzione della Libera Università Nuorese).

Venerdì 18 la tappa finale del tour a Olbia all’aeroporto Costa Smeralda, sede della facoltà di Economia e Management del Turismo.

Il tour sardo, inoltre, prevede, nel prossimo mese di settembre, lo sviluppo del progetto iniziale con cinque tappe aggiuntive dedicate esclusivamente alle filiere dell’agroalimentare, ritenuto motore importante per il rilancio economico della Sardegna; e ciò attivando un network propulsivo tra CIPNES, Sardinia Enterprise-Mac Mar, Barcamper, Sardegna Ricerche, Sardex e le associazioni imprenditoriali per compiere un percorso in grado di generare una forte ricaduta socioeconomica sul territorio, dotando le imprese degli strumenti necessari per intraprendere la loro attività con solidità e visione a livello regionale, nazionale e internazionale.

 

Dal sito www.barcamper.it è possibile monitorare tutte le tappe del tour, prenotare uno slot per presentare il proprio progetto al team del Barcamper e avere così la possibilità di trasformare una semplice idea in un'impresa di successo.


Sfoglia il progetto del Cipnes Barcamper Challenge